2006 – 2007 Ricerca – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO
Attività cofinanziata dal CUIA

Partners in Argentina: Università Cattolica di Cordoba, Università Nazionale di Comahue, Università Nazionale della Pampa

Luoghi di svolgimento: Territorio patagonico argentino nella province di Rio Negro, Neuquen e Chubut


Numero di partecipanti e qualifiche:
– Università di Camerino: Renieri Carlo, Direttore del Dipartimento di Scienze Ambientali, coordinatore internazionale del progetto UE “DECAMA” (Sustainable development of camelid products and services marketed oriented in andean region); Vittori Sauro, docente di Chimica analitica, Dipartimento di Scienze Chimiche; Valbonesi Alessandro, Dipartimento di Scienze Ambientali, coordinatore del progetto; Ansaloni Francesco, Dipartimento di Scienze Ambientali, esperto di sviluppo delle filiere dei prodotti agricoli e analisi del reddito delle imprese agricole e zootecniche, responsabile della sezione Economia dell’unità operativa locale Unicam per il progetto UE “DECAMA”; La Terza Antonietta, Dipartimento di Biologia Molecolare Cellulare e Animale, esperta in metodi molecolari applicati allo studio della biodiversità e al monitoraggio ambientale, responsabile Progetto FIRB coordinato dal CONISMA UO6 “Utilizzo di protozoi per il monitoraggio in ambiente marino” e Progetto BIO-BIO, Biodiversità e Bioindicazione (sponsor: JOINT RESEARCH CENTRE – Institute for Environment and Sustainability, ISPRA); Habluetzel Annette, Dipartimento di Medicina Sperimentale e Sanità Pubblica, esperta di entomologia veterinaria;
– ENEA BAS – BIOTEC AGRO (Dipartimento Biotecnologie, Agroindustria e Protezione della Salute Sez. Agro): Antonini Marco, ricercatore, esperto in produzioni di fibre tessili di origine animale, responsabile per ENEA del work Package Animal production del progetto SUPREME e del Work Package Market and Service del progetto DECAMA, responsabile del comitato scientifico del Consorzio Arianne (Fibre tessili naturali) e responsabile del Task Force “Animal Fibre” dell’ICAR (International Committee Animal Recording), attualmente comandato presso l’ILO (Industrial Liaison Office) di Unicam; Carnevali Fiorella, ricercatore, esperta in Biologia della riproduzione e nella caratterizzazione ed utilizzo di principi attivi di origine vegetale, come bioinsetticidi nelle produzioni vegetali o come auxinici e terapeutici nelle produzioni animali
– ENEA BAS (Gruppo Sistemi Vegetali per Prodotti Industriali): Van der Esch, ricercatore esperto nello sviluppo e messa a punto di sistemi e metodologie per la produzione ed utilizzazione di bioinsetticidi (azadirachtina), nell’ambito delle attività del gruppo di ricerca multidisciplinare sulla pianta del Neem e sulle sue possibili applicazioni (Neem Task Force).
– Università Cattolica di Cordoba: Frank Eduardo, Facoltà di Agraria, esperto in genetica e produzione della fibra nei lama, alpaca e capra cashmere, responsabile dell’unità operativa locale Università di Cordoba per i progetti UE: “Pelos finos”, “SUPREME” e “DECAMA”;
– Università Nazionale di Comahue: Aisen Eduardo, Facoltà di Medicina veterinaria, responsabile Scuola Internazionale di Dottorato e Relazioni Internazionali; Venturino Andrés, Facoltà di Scienze Naturali, esperto di biochimica ambientale, responsabile “Laboratorio de Investigationes Biochimicas, Quimicas y de Medio Ambiente (LIBIQUIMA)”; Colavita Graciela Maria, Facoltà di Agraria, esperta del settore coltivazioni arboree da frutta;
– Università Nazionale della Pampa: Gomez Bettina, Facoltà di Medicina veterinaria esperta in sistemi di allevamento ovi-caprini;
– Università Nazionale della Pampa–General Pico Yaful Graciela, Facoltà di Medicina veterinaria;
– Università Nazionale della Patagonia-San Giovanni Bosco: Lopez Claudia Beatrix, Facoltà di Scienze Economiche, esperta in pianificazione e gestione del territorio e nello sviluppo locale, in particolare della Meseta – Central del Chubut (Patagonia); Baroli Carlos, Facoltà di Agraria, esperto in sviluppo rurale;
– Università Nazionale della Patagonia Australe: Zárate Rubén, Facoltà di Scienze Economiche, esperto in sviluppo biosostenibile;
– CENPAT – CONICET (Puerto Madryn, Chubut) Elias Ines, ricercatrice, esperta nell’analisi dei fattori di crisi della gestione della pesca artigianale, nella gestione ambientale sostenibile delle tecniche di pesca e nella partecipazione dei pescatori allo sviluppo del settore ittico;
– Centro de Investigacion aplicada de la valle inferior de Chubut: Rimondi Pablo, direttore, già responsabile dell’Ufficio gestione del territorio dell’INTA (Instituo Nacional de Tecnologia Agropecuaria):
– Fundación Patagonia Sustentable (Argentina): Cesetti Roscini Mauro, funzionario, Geografo, specializzato nello sviluppo locale/regionale delle piccole e medie industrie.

Docente di riferimento: Alessandro Valbonesi, Professore Associato di Zoologia
Struttura: Dipartimento di Scienze Ambientali, Facoltà di Medicina Veterinaria
Indirizzo:
via Circonvallazione 93/95, 62024 Matelica
Tel.: 0737403452 -3261, Fax: 0737404508, E-mail:
[email protected]